A mia figlia

figlia

Tengo il mondo nelle mie mani quando
abbracciando la mia piccola figlia
Nei suoi occhi trovo l'estate eterna
e scalda di tenerezza l'anima di una madre.

La bacio, le labbra tremanti
piccola anima... piccola stella.
È nata con il compito di trovare...
un pezzo di felicità nel mondo!

Orissana... per cercare il bene...
in un mondo che vive con mille mali.
Come mantenere il bambino nell'anima,
non lasciare che il male la ferisca?

Come trasmettere le lezioni della vita,
per risparmiarle le lacrime amare...
Per seguire le leggi bibliche,
essere forte... e come fa male?

Non posso! Ognuno porta il proprio karma
e sarà sola a modo suo...
Farà male... a piedi nudi,
ma dopo sarà di nuovo forte!

Sverrò, poi verserò
troverà la sua strada in questa vita.
Bene e male... tutto proverà,
con fatica sfonda il suo guado!

Ma nel profondo del suo cuore lo saprà
che nell'ombra sarò nascosto.
Guarderò come un'aquila dalla fine,
La guiderò sempre, senza voce!

Le darò una mano... appena vacilla,
Legherò i miei piedi con amore.
Cucirò le ali per volare,
Sarò un supporto in questo mondo duro!

Quando l'uccello volò fuori dal nido,
il cuore di una madre si spezza dopo.
Ma così è organizzata la vita dal Signore,
alla sua volontà... chiniamo il capo!

Autore: Tanya Ilieva

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.