I cinque tipi di matrimonio: qual è il tuo?

famiglia felice

Passo dopo passo creiamo la nostra vita insieme. E sebbene il rapporto nella partnership sia sempre unico, ogni singola famiglia può riferirsi a un certo tipo, secondo il sociologo Jean Kellerhal. Cerca di riconoscere la tua famiglia in uno di essi.

Le cinque unioni matrimoniali con le loro descrizioni sono state presentate da un gruppo di sociologi dell'Università di Ginevra. Questa classificazione è il risultato dell'osservazione di 1500 coppie di età diverse, sposate o conviventi da almeno un anno. La prima impressione che si ottiene a seguito della ricerca è curiosa: mai come prima d'ora le "decorazioni" esterne dell'amore sono state così diverse e le coppie così libere nella scelta delle relazioni.

Jean Kellerhal, uno degli autori di questo studio, afferma: "Si può sostenere che la fine del modello standard di matrimonio è arrivata. Al giorno d'oggi, la creatività e l'individualità vengono alla ribalta nella coppia".

Come viene scelto il modello, sulla base del quale si costruiscono i rapporti nell'unione matrimoniale? "La risposta a questa domanda dipende dall'età dei partner, da quello che fanno, dal loro ambiente sociale.

"Se sei giovane, entrambi hanno una laurea, vivi in ​​una grande città e ti sforzi per lo sviluppo personale e il successo professionale, allora il tuo stile è molto probabilmente l'associazione familiare. Allo stesso tempo, la vita dei tuoi genitori probabilmente ha seguito lo schema più tradizionale di una famiglia fortezza. Inoltre, è molto probabile che nel tuo caso sorga contemporaneamente qualche cocktail con elementi di altre relazioni o due modelli di unione matrimoniale. Ad ogni modo, un certo stile nelle relazioni emerge abbastanza rapidamente. Spesso cambia a causa dell'aspetto del primo figlio: in questo caso, i coniugi possono passare da una famiglia unita a una famiglia che la pensa allo stesso modo. Dopo la nascita del primo figlio, però, lo stile non cambierà più. A meno che tu non ti prefissi specificamente un obiettivo del genere.

1. Unione - fortezza: "E nella gioia e nel dolore..."

Priorità

Questi partner sono strettamente collegati tra loro, vivono insieme difficoltà e gioie, sognando di "vivere felici e morire lo stesso giorno". Condividendo i loro gusti, cercano sempre di raggiungere un'opinione comune.

La loro individualità inizia con la parola “noi”: lavorano insieme per far sì che l'uomo raggiunga il successo professionale (spesso la donna non lavora), ma insieme si occupano anche dell'educazione dei figli.

I partner apprezzano il consenso, l'unità di opinione. Credono che una coppia sia buona se non ci sono quasi disaccordi al suo interno.

Distribuzione dei ruoli

Uno dei compiti dei partner è ridurre il numero dei motivi di insoddisfazione. La loro vita quotidiana è composta da molti rituali: ogni cosa ha il suo posto e il suo tempo, e i ruoli di ogni membro della famiglia sono chiaramente regolati.

Qui, più spesso che in altre unioni, i doveri sono divisi in base al sesso del marito: si presume che la donna si occupi della casa e che l'uomo guadagni i soldi. Tuttavia, i partner prendono le decisioni insieme. 

Rapporti con il mondo esterno

La donna esce raramente. Tende a vedere l'influenza del mondo esterno - nuove idee e tendenze - più come una minaccia. L'uomo mostra grande interesse per le novità, per altri modi di vivere e pensare. Rappresenta una sorta di "rappresentante autorizzato" della coppia, sul quale grava la responsabilità delle "relazioni esterne" e dell'integrazione sociale della famiglia.

Una donna è più concentrata sulle questioni interne: sicurezza, cura, comfort, tenerezza. Questa complementarità rafforza la dipendenza reciproca dei membri della famiglia.

Vantaggi e svantaggi

La principale carta vincente della famiglia della fortezza è la stabilità. Quando i partner si assumono determinate responsabilità, la vita diventa più armoniosa. I coniugi cercano di evitare collisioni, rinunciando a parte delle loro posizioni.

Quando risolvono i problemi, preferiscono metodi tradizionali e collaudati. La vita tranquilla nella "fortezza" rasenta la routine. Tali relazioni possono "ossificarsi" se di tanto in tanto i partner non escogitano nuovi progetti.

2. Unione - associazione: "Preserviamo l'autonomia..."

 Priorità

Paradossalmente, il perseguimento preordinato dell'autonomia avvicina i partner. Nella famiglia-associazione, credono che la convivenza vincerà se ciascuno dei partecipanti rimane padrone del proprio destino, difende le proprie convinzioni personali e muove i propri affari.

Sacrificare i propri interessi per il bene della famiglia è percepito come una sconfitta, sia per il coniuge che compie il sacrificio, sia per la relazione nel suo insieme.

Distribuzione dei ruoli

I partner si sforzano di essere autosufficienti e realizzarsi in tutte le aree allo stesso tempo: professionale, coniugale, genitoriale, culturale, civile. La divisione dei doveri per genere è respinta a priori, qui regna il principio "tutti uguali".

Comunicando, i partner traggono il massimo dalle loro emozioni e interessi. Se entrambi i coniugi sono disposti a prendere decisioni congiunte, molto probabilmente saranno in grado di essere d'accordo, perché ciò che fa per loro oggi può essere rivisto domani.

Rapporti con il mondo esterno

I contatti con il mondo esterno sono apprezzati tanto quanto le caratteristiche individuali dei coniugi. Uscire (nel mondo) insieme o separatamente, viaggiare, invitare genitori o amici a visitare: tutto ciò alimenta e arricchisce il dialogo dei partner, consente loro di realizzare progetti comuni.

L'associazione-famiglia non tollera la routine, considerandola fonte di noia e ansia. Tali unioni si formano più spesso in una società sviluppata in cui esistono prerequisiti economici e culturali per soddisfare i desideri di entrambi.

Le famiglie unite di solito vivono in città dove i partner possono trovare un lavoro che dia loro l'opportunità di svilupparsi e permetta loro di guadagnare abbastanza soldi.

Vantaggi e svantaggi

Se i coniugi sapranno gestire la situazione, potranno ottenere tutto dalla vita: sia la gioia di vivere insieme che l'opportunità di realizzarsi come individui. La flessibilità nella loro relazione consente loro di distribuire le carte ancora e ancora, adattandosi ai desideri e alle capacità di ciascuno di loro.

Di solito sorgono problemi se gli interessi personali dei coniugi divergono e la vita familiare diventa un ostacolo al loro sviluppo personale. Per raggiungere un compromesso, è necessario che i membri dell'associazione famiglia entrino in trattative frequenti.

Se il mantenimento dell'unione inizia a richiedere troppi sacrifici, i coniugi di solito decidono di divorziare.

3. Unione - bozzolo: "I due insieme contro tutti..."

Priorità

Nella famiglia del bozzolo regnano relazioni coniugali molto tenere. L'obiettivo principale è prendersi cura e prendersi cura l'uno dell'altro, divertirsi e resistere alle vicissitudini della vita che sorgono, ad esempio, a causa dell'instabilità della società o dell'allontanamento dalla patria.

I partner creano un nido intimo e lo proteggono con tutte le loro forze dalle influenze dell'ambiente esterno. Come nella famiglia fortezza, si instaurano rapporti di fusione tra i partner. Lavorare insieme e avere gusti simili dà loro il necessario senso di sicurezza.

Distribuzione dei ruoli

Nella famiglia del bozzolo, i partner hanno uguali responsabilità. A turno preparano il cibo, puliscono e si prendono cura dei bambini. A seconda della situazione, ciascuno dei coniugi può andare a lavorare in un'altra città, ad esempio per guadagnare denaro.

Gli uomini cercano in particolare di trovare rifugio dalle frustrazioni quotidiane del mondo esterno nella cerchia della famiglia, apprezzano il comfort del focolare domestico e tutti i rituali ad esso associati.

Rapporti con il mondo esterno

Di solito la famiglia bozzolo si chiude su se stessa, perché non si sente parte della società in cui vive. I coniugi si sentono soli nella grande città, a volte confusi davanti al potere degli "altri".

Dopotutto, non sono troppo interessati al mondo esterno. L'integrazione sociale o le conquiste professionali sono per loro valori secondari.

Vantaggi e svantaggi

La famiglia dei bozzoli è abbastanza impotente di fronte alle difficoltà materiali. I coniugi sono più inclini a confortarsi a vicenda che ad agire. Spesso non sono in grado di offrire un aiuto adeguato. Tendono a tacere i conflitti perché qualsiasi disaccordo è percepito come una minaccia alla loro sicurezza.

La forza della famiglia bozzolo sta nella solidarietà degli sposi. Se la realtà circostante non è troppo dura per loro, i partner possono vivere abbastanza felicemente.

4. Unione dei mondi paralleli: "Insieme, per mancanza di meglio..."

Priorità

Questo stile di relazione è il meno simile all'idea convenzionale di una coppia felice. Qui, come nell'associazione familiare, ogni coniuge ha i propri interessi, e il rapporto tra i partner si basa su una certa indifferenza reciproca.

Ognuno di loro si preoccupa di se stesso e non è incline a condividere le sue esperienze spirituali con il marito. Infatti convivono solo perché, altrimenti, non è possibile.

Distribuzione dei ruoli 

In una tale famiglia, gli obblighi dei partner sono estremamente differenziati. La donna si occupa interamente della casa e, oltre ai compiti correlati, l'uomo si aspetta che lei fornisca supporto organizzativo per i propri sforzi.

Il suo lavoro è spesso difficile: non può assumere nessuna delle funzioni del suo partner - e viceversa. Non c'è ombra di sentimentalismo nella loro relazione.

Rapporti con il mondo esterno

Solitamente i coniugi vivono in un vero isolamento dal mondo esterno, nella completa ignoranza di ciò che accade intorno a loro e non sono molto disposti a invitare i genitori oi vicini di casa a fargli visita. Certo, il motivo non è affatto che vogliono essere lasciati soli... Inoltre, se i partner non se la prendono con l'altro, vivono abbastanza pacificamente.

Vantaggi e svantaggi

In una tale unione è difficile trovare vantaggi. I coniugi non si aspettano nulla l'uno dall'altro, motivo per cui sono estranei alla delusione del loro partner. Tutti sanno cosa fare, le regole qui sono stabilite una volta per tutte, il che aiuta a eliminare eventuali disaccordi.

In tali famiglie regna l'ordine completo e tutte le azioni dei partner sono assolutamente prevedibili. E sebbene la loro relazione non sia affatto come una festa per l'anima, una tale unione può durare una vita.

5. Unione di persone che la pensano allo stesso modo: "Prima di tutto - il comune..."

Priorità

Come la famiglia-fortezza, questo modello di coppia è progettato per il lungo termine. I coniugi vogliono condividere un destino, quindi la vita di ciascuno di loro concorda con i valori su cui si basa la loro famiglia.

Tra i partner vengono stabilite relazioni molto strette, sottolineano la loro somiglianza e non hanno segreti l'una con l'altra. A differenza della famiglia fortezza o della famiglia bozzolo, però, è molto importante che gli sposi partecipino insieme alla vita pubblica.

Distribuzione dei ruoli

Come nella famiglia-associazione, i coniugi preferiscono rimanere flessibili, assumendo incarichi, stabilendo regole e creando rituali. L'agenda e le attività di ogni partner cambiano a seconda delle attività correnti.

I due sono in grado di occuparsi della famiglia, inoltre uno può sostituire l'altro, il che è una scommessa per lo sviluppo della coppia. A differenza dell'associazione-famiglia, però, dove vengono valorizzati i progetti personali di ciascuno, qui vengono in primo piano gli interessi comuni.

Per il bene della famiglia e della società, ciascuno dei coniugi è pronto a fare certi sacrifici: a trasferirsi in un'altra città, a lasciare il lavoro per un po', per il bene della carriera dell'altro o per l'educazione dei figli.

Rapporti con il mondo esterno

I partner partecipano attivamente alla vita della città, della scuola o delle organizzazioni di beneficenza. Nonostante siano aperti al mondo, non possono però essere chiamati "leoni mondani" (come spesso accade nelle associazioni-famiglia). Piuttosto, sono un esempio di coppia civile che si sforza di contribuire al benessere pubblico.

Vantaggi e svantaggi

Vantaggio degli interessi comuni rispetto a quelli personali; flessibilità nella distribuzione dei ruoli; aperto al mondo esterno: questi sono i prerequisiti per una vita lunga e felice insieme. È in tali unioni, secondo i loro membri, che ci sono poche delusioni, qui ridono più spesso, godono di più delle conquiste congiunte, si separano meno spesso.

Il modello ideale?

Quale delle cinque unioni matrimoniali è più vicina all'ideale, alla formula della felicità? Jean Kellerhal osserva: “Ogni stile ha i suoi pro e contro. E sebbene nessuno di essi garantisca il risultato che tutti desiderano - il completo benessere in famiglia, alcuni modelli di relazione, secondo gli intervistati, portano più soddisfazioni di altri".

La famiglia che la pensa allo stesso modo occupa il primo posto nelle classifiche. È in questa unione che sentiamo tutto il potere dell'amore, del rispetto e del sostegno del nostro partner, otteniamo più gioia dalla nostra vita comune e dai progetti comuni. Mentre nella famiglia dei mondi paralleli, la situazione a volte assume un tono minaccioso.

Scattiamo facilmente da noi stessi, incolpiamo o (che non è meglio) ignoriamo l'altro. Nella famiglia della fortezza e nella famiglia dei bozzoli, anche il cielo non è sempre sereno, ma in generale ci sentiamo completamente soddisfatti.

Quanto all'associazione famiglia, il modello più diffuso negli ultimi tempi, qui la situazione è spesso abbastanza contraddittoria.

"Da un lato, solo in questo matrimonio l'unione è più pienamente riconosciuta l'autonomia e il diritto alla vita privata del partner, che offre enormi opportunità di sviluppo personale. D'altra parte, ognuno mette al primo posto i propri interessi, il che porta a continui litigi e talvolta al divorzio. Il che è abbastanza ovvio, dal momento che il principio di base dell'associazione familiare è: "lasciare o competere".

Così, oggi diventa chiaro che il successo dell'"impresa" coniugale dipende non tanto dalla sua forma quanto dal suo contenuto. In altre parole, qualunque sia il tuo stile, devi volere ed essere in grado di superare tutte le prove INSIEME.

È difficile, ma è possibile. Ci vuole voglia e capacità per superare insieme tutti gli ostacoli. L'aumento del numero dei divorzi, le relazioni allentate in famiglia, lo scioglimento e il ripristino delle unioni: tutto ciò suggerisce che ogni storia d'amore è effimera.

"La tendenza generale può farci stare in guardia", suggerisce Jean Kellerhal. – Non sappiamo più fino a che punto possiamo tradirci nei rapporti familiari, per non rimanere con niente di conseguenza. Prima di passare a un livello di fiducia più profondo, valutiamo attentamente tutti i pro e i contro, negoziamo i nostri diritti, obblighi, il contributo di ciascuno dei partner nell'impresa comune. Succede che l'eccessiva cautela uccida le relazioni sul nascere".

Sì, vivere insieme oggi è diventata una bella avventura, ma ciò non significa che il successo in essa sia irraggiungibile. Se, naturalmente, ci sforziamo per raggiungerlo insieme.

Il Prof. Jean Kellerhals (Jean Kellerhals) è un sociologo svizzero, uno dei coautori dello studio "Measure and its assenza nella coppia (Mesure et demesure du couple", Payot, 2004).

Fonte: margaritta.dir.bg

Guarda di più:

7 super idee invenzioni per il bagno delle famiglie con bambini piccoli

Quando l'amore diventa famiglia

I consigli del fotografo per un servizio fotografico di successo per bambini o famiglie

Perché alcune famiglie sono felici e altre no

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.