I genitori che vivono senza matrimonio possono essere lasciati senza assegni familiari

I genitori che vivono senza matrimonio avranno più difficoltà a ottenere i sussidi per i figli. Questo sarà l'effetto delle modifiche alla Legge sugli assegni familiari per i figli, che il Parlamento ha approvato in seconda lettura, scrive Trud.

Ora uno dei due partner può dichiarare ai servizi sociali di essere un genitore single e quindi dimostrare facilmente che il suo reddito è inferiore ai 350 BGN consentiti per persona per ricevere le prestazioni. Dal 1° gennaio 2016 ciò non sarà possibile se l'uomo e la donna risiedono allo stesso indirizzo. Ciò danneggerà i genitori che sono separati ma condividono formalmente una casa.

Le madri minorenni riceveranno dallo Stato gli assegni familiari in natura, fornire ulteriori modifiche. Pertanto, dal 1 gennaio 2016, le madri che non hanno compiuto 18 anni riceveranno pannolini, cibo e altri beni e servizi invece del denaro. Il contenuto del pacchetto sarà valutato dagli assistenti sociali. La stessa sarà la prassi per i genitori che non si prendono cura dei propri figli e spendono i soldi per se stessi.

Anche l'accesso ai benefici per le madri studentesse è rafforzato. Secondo le normative vigenti, una donna che frequenta regolarmente riceve dallo Stato un pagamento una tantum di 2880 BGN per aver allevato un bambino fino a 1 anno di età. Secondo il ministero sociale, il testo crea opportunità di abuso perché le donne si iscrivono all'università solo per avere i soldi, quindi non continuano la loro istruzione. Dal 2016 gli aiuti saranno erogati in due parti uguali, la seconda parte sarà erogata solo se la madre si iscrive al semestre successivo.

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.