La dentista Katerina Miteva con 7 preziosi consigli per la salute dei denti da latte

denti dei bambini del dentista 

Ogni genitore desidera che il proprio bambino abbia denti sani e visiti il ​​dentista il più raramente possibile. Anche prima della loro comparsa, tuttavia, i denti dei bambini richiedono cure regolari. Quali sono le cause più comuni di carie nei bambini, l'alimentazione notturna è pericolosa e in che modo la salute dentale dei genitori influisce sulla salute dei loro figli? Abbiamo parlato di queste e altre domande con la dentista Dr. Katerina Miteva.

Ecco le regole più importanti che i genitori non dovrebbero dimenticare se vogliono che il loro bambino abbia denti sani e un bel sorriso:

 

  1. Prenditi cura prima dei tuoi denti, così proteggerai anche i tuoi denti dai pericolitsa.

La salute dentale dei genitori predetermina quale sarà la condizione dei denti e dei loro figli. La carie è una malattia infettiva di cui sono responsabili i batteri Streptococco Mutans, e si trasmette anche attraverso un bacio. Possiamo facilmente infettare i più piccoli con malattie gengivali o infezioni fungine della specie Candida albicans. Qui dobbiamo prestare particolare attenzione alle madri che leccano in fretta il ciuccio caduto al bambino e rimetterlo in bocca. Lo stesso vale per assaggiare il cibo mentre viene preparato. Non farlo, perché se c'è un problema alla tua bocca, c'è il pericolo reale di trasmetterlo a tuo figlio.

 

  1. Non nutrire il bambino di notte, a meno che non sia con il latte materno

Uno dei miti più diffusi è che il latte materno abbia un sapore dolce e faccia male alla salute dentale. Ovunque leggiamo raccomandazioni per sciacquare la bocca del bambino con acqua dopo la poppata e per rinunciare all'allattamento notturno il prima possibile. Questo non è assolutamente necessario se il bambino riceve solo latte materno. Anzi, il batterio che causa la carie è sensibile a uno degli ingredienti principali del latte materno: la lattoferrina, che ne limita lo sviluppo. Tuttavia, bere latte artificiale, tisane o succhi di frutta durante la notte comporta rischi per la salute dentale. A differenza del latte materno, la formula crea un ambiente acido abbassando il livello di pH in bocca. Quando si allatta con il biberon, il meccanismo dell'alimentazione è diverso da quello dell'allattamento al seno. Quando si allatta dal seno, il latte viene letteralmente spruzzato nella parte posteriore della bocca del bambino. Nel processo di suzione, il bambino deve deglutire prima di succhiare la successiva porzione di latte, mentre durante l'alimentazione con un biberon con ciuccio, il liquido gocciola meccanicamente in bocca senza stimolare la deglutizione. In questo modo il liquido rimane a contatto con i denti. Ultimo ma non meno importante, è da sapere che il latte materno porta alla rimineralizzazione dello smalto, mentre la formula provoca la demineralizzazione.

 

  1. Inizia l'igiene orale in tenera età

La pulizia della bocca dei neonati, quando il loro sistema immunitario è ancora immaturo, mira a prevenire l'insorgere di un'infezione fungina, meglio nota come mughetto. Basta sciacquare la bocca del bambino con acqua dopo l'allattamento o nei casi di rigurgito (vomito). Non appena compaiono i primi denti da latte, molto spesso si tratta degli incisivi anteriori inferiori e superiori, dovresti iniziare a pulirli regolarmente la sera. Avvolgi una garza sterile sul dito indice o usa una punta di gomma appositamente progettata che puoi acquistare in qualsiasi farmacia. La cosa più importante in questo caso è la creazione di un atteggiamento positivo nel bambino nei confronti del processo di pulizia. È ancora meglio se lo rendi parte dei tuoi giochi della buonanotte. Tuttavia, non forzarlo in nessuna circostanza.

 

  1. Evitare cibi salati, dolci e carboidrati tra i pasti

Spesso nel parco giochi si può vedere una mamma che offre insalate o biscotti, solo per placare il piccolo birichino. I sali, però, sono un vero nemico dei denti da latte, da allora l'assunzione frequente di carboidrati interrompe il processo di remineralizzazione. Questo non significa limitare completamente i tuoi figli dall'assunzione di cibi dolci e carboidrati. Se mangiano una volta al giorno dopo il pasto principale e poi si lavano i denti, il rischio non è grande. La chiave è nella frequenza: fai attenzione e non permettere il consumo continuo di cibi raffinati come insalate, frutti di bosco, patatine e biscotti, solo perché è "figlio della nonna". Presta attenzione anche ai succhi naturali e alla frutta secca mascherati da cibi sani, poiché rappresentano anche un pericolo.

 

  1. Offri mele e carote intere ai bambini da sgranocchiare da soli

Questo è uno dei modi più veloci per pulire dalla placca dentale. Morderli stimola più saliva, che è responsabile della regolazione dell'equilibrio nella cavità orale. Inoltre, frutta e verdura solide aiutano a rinforzare le gengive e sono una buona opzione da assumere tra i pasti principali, in quanto non si attaccano ai denti, a differenza dei cibi raffinati.

 

  1. Dai il buon esempio ai tuoi figli e mostra loro come lavarsi i denti

Ci sono tre condizioni importanti per una buona salute dentale: igiene, igiene e ancora igiene. L'obiettivo è rimuovere regolarmente la placca dentale e i microrganismi che causano la carie. È importante iniziare a costruire abitudini igieniche nei bambini fin dalla tenera età. Il modo migliore per farlo è attraverso l'esempio personale dei genitori, poiché i bambini amano imitare gli adulti. Basta vedere mamma e papà che si lavano i denti o passano il filo interdentale per accendere la loro curiosità. Lavati i denti con tuo figlio – lascia che lui lavi il tuo e tu il suo (ciascuno con la sua spazzola). Crea un rituale e segna il tempo che trascorri in bagno con la canzone di un bambino preferito.

 

  1. Non spaventare tuo figlio per il dentista e non aspettare che si presenti un problema prima di portarlo a fare un controllo

Porta il bambino dal dentista per la prima volta, molto prima che ci siano segni di malattia. Puoi portarlo con te quando vai tu stesso a fare un controllo. Pertanto, il bambino vedrà come ti siedi sulla sedia e potrebbe semplicemente mostrare il desiderio di "cavalcare" sulla sedia del dentista. Qui entra in gioco il ruolo dell'odontoiatra per predisporre il bambino a creare un atteggiamento positivo durante il primo contatto con l'odontoiatria. Non trasformare la visita in un evento, ma comportati nel solito modo, come quando fai una passeggiata quotidiana. Non trasmettere le tue stesse paure ed evita di promettere preventivamente che "non farà male" - il bambino non penserà a una cosa del genere a meno che qualcuno "utile" non glielo ricordi. Se il tuo piccolo è ancora preoccupato, annulla la visita e fissa un altro appuntamento. E ricorda: mai non spaventare il bambino che se non ascolta verrà trafitto dal "grosso ago" o dalla "macchina terribile". Una volta create, tali paure possono lasciare un segno duraturo nella fragile psiche di un bambino.


SONY DSC

Dott.ssa Katerina Miteva

Odontoiatra, specialista nel campo dell'odontoiatria restaurativa microscopicamente assistita diretta e indiretta.

 

http://www.dentaconsult.bg/

 

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.