Perché urla e punizioni non funzionano e come farci ascoltare dal bambino

genitore figlio grida punizioni

Se devi ricorrere allo schiaffo nel tentativo di fermare il crescente "tiranno" nella tua casa, allora questo articolo è per te.

A questo punto probabilmente avrai notato che come genitori non possiamo davvero far fare nulla ai bambini. Quando proviamo, ci imbattiamo due risposte: i nostri "piccoli piaceri" ci obbediscono, animati solo dal desiderio di superare i fratelli e le sorelle e di "comportarsi meglio", mentre i "tiranno" opporsi o sono armati. Ma non commettere errori, nessuna di queste reazioni è segno di cooperazione.

Piuttosto che condannare al fallimento i nostri tentativi di forzare la sottomissione attraverso il dominio, dovremmo rivolgere la nostra attenzione alla vittoria cooperazione и impatto sul bambino. Dal momento che non possiamo "farli", dovremo "farglielo desiderare".

Potremmo stimolare la disponibilità dei nostri figli a collaborare se creiamo le condizioni giuste:

  • Costruendo un rapporto di rispetto reciproco prima tra i due genitori (ho sentito le risatine) e poi coinvolgendo i bambini.
  • Dando potere ai nostri figli. Li aiutiamo a sentirsi capaci - reindirizziamo lo stato di dipendenza all'indipendenza.
  • Riunendo la famiglia in modo che il bambino si senta parte di una "squadra" e trovi la motivazione per voler aiutare la squadra nel suo insieme, invece di adottare una mentalità di squadra "ognuno per sé".

Ci vuole tempo perché queste condizioni diventino permanenti per la famiglia. Se una notte ti sei astenuto dalle solite urla, non porta immediatamente rispetto nella relazione. Ma se applichi perseveranza e determinazione, accadrà. Non mollare troppo presto. Il risultato finale è sorprendente e gratificante, sia per te che per i tuoi figli.

Cosa dovremmo fare?

Primo, non vincere. Mi dispiace. So che non è esattamente quello che volevi sentire. Tuttavia, è importante smettere di vincere perché potresti riuscire a infilare quel pezzo di broccoli nella bocca del tuo bambino di quattro anni, che sei così irremovibile che dovrebbe mangiare, ma questo alimenta solo la battaglia per la supremazia in famiglia. Quando vinciamo:

  • Diamo un esempio di dominio a nostro figlio e lui ci segue
  • Dimostriamo mancanza di rispetto ai nostri figli. Li mettiamo nella posizione di perdenti permanenti.
  • Insegniamo loro che "potrebbe essere buono"
  • Ogni volta che calpestiamo un po' di più i bambini, e loro devono trovare un modo per rialzarsi, o attraverso una vendetta o una ricerca per più potere.

Secondo: non perdere. Mostra un po' di rispetto per te stesso. Quando si tratta di dare l'esempio, dobbiamo dimostrare rispetto per noi stessi ai nostri figli. Come ci rispetterebbero se non lo facessimo noi stessi? Mostriamo alle persone come trattarci e non è bene permettere a noi stessi di subire un torto da parte di un altro. Quando perdiamo:

  • Perdiamo il rispetto di noi stessi
  • L'opinione dei nostri figli su di noi si deteriora
  • Dimostriamo ancora una volta che "potrebbe essere buono"

Per esempio: se, dopo aver rifiutato tre volte le caramelle ai tuoi figli, alla fine ti stanchi dei loro piagnucolii e delle loro risposte: "Va bene, ma solo uno", puoi scommettere che adotteranno questa tattica come uno stile operativo permanente per farla loro e ti considereranno una figura autoritaria piuttosto anonima. Non possiamo permettere una cosa del genere.

La soluzione:

Il trucco è trovare una terza via di mezzo: la riconciliazione. Non devi giocare il gioco ad oltranza. Se esci dal campo di gioco, il bambino rimane senza un avversario. Piuttosto che un risultato vincente-perdente, il nostro obiettivo è trovare una soluzione vantaggiosa per tutti o la migliore per entrambe le parti.

Ecco alcuni esempi:

  • Dobbiamo lavarci i denti perché la placca causerà la carie. Non perché “l'avevo detto:.
  • Dobbiamo sederci ai nostri posti mentre siamo al ristorante in modo che i camerieri possano muoversi senza preoccuparsi di sbattere contro qualcuno.
  • Dobbiamo lasciare gli stivali infangati fuori dalla porta per mantenere pulito il pavimento.

Queste sono le esigenze della situazione. Risuonano con la loro logica, non con le preferenze personali o la logica personale di ogni singolo individuo.

Dal libro Honey, I Failed the Kids di Alison Schaefer,
fornito per gentile concessione dell'editore Colibri

Guarda di più:

9 lacune nell'educazione che influiscono sulla salute fisica e spirituale

Educazione, disciplina e introduzione di regole secondo il metodo Montessori

Il genitore spensierato: un nuovo approccio alla crescita dei figli

Genitorialità moderna - Come alleviamo bambini viziati

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.