Perché i bambini giapponesi non piangono

bambino giappone

Ogni paese ha le proprie caratteristiche culturali e metodi per allevare le giovani generazioni. In Giappone, l'istruzione tradizionale ha radici profonde nella storia del paese e da allora non è cambiata molto. Il fatto fondamentale che fa impressione quando sei in Giappone è che i bambini non sembrano mai essere irritabili e i loro genitori non li rimproverano mai. Come ciò avvenga e come questa intesa tra generazioni possa essere compresa più da vicino, come e con quali contesti i bambini vengono cresciuti in questo paese.

Sin dai tempi antichi, le donne giapponesi non sono state in grado di separare il loro lavoro, ad esempio nei campi ea casa, e l'educazione dei figli, quindi lo hanno fatto contemporaneamente. Il bambino veniva legato alla madre con un panno speciale e l'accompagnava durante tutte le sue attività. E per tutto il tempo, la madre non ha mai smesso di descrivere cosa stava facendo e di parlare con suo figlio, il che gli ha permesso di entrare in empatia con tutti i processi e di svilupparsi costantemente. Era molto comune in Giappone che i bambini piccoli imparassero prima a parlare e poi a camminare.

La tradizione di portare il bambino ovunque e di parlargli è sopravvissuta fino ad oggi. Nei negozi in Giappone c'è una vasta gamma di vestiti comodi da indossare per un bambino. Si tratta di ampie tasche, cinture speciali e persino una giacca con due ampi cappucci. Nel Giappone moderno, i bambini non sono l'unica preoccupazione delle donne. È abbastanza normale quando gli uomini fanno lo stesso. In questo paese non è accettato negare ai bambini l'attenzione e il contatto fisico. Dormono persino con i genitori fino a dieci anni.

È inoltre necessario tenere conto del fatto che ai bambini viene instillata l'idea che non dovrebbero disturbare gli altri, essere calmi, comportarsi educatamente come tutti gli altri. Inoltre, i giapponesi non esprimono le loro emozioni con le parole, ma mostrano il loro dispiacere con l'aiuto dello sguardo e dell'intonazione. I bambini possono riconoscere esattamente ciò che i loro genitori disapprovano nel loro comportamento e molto spesso cercano di correggerlo.

Nel mondo di oggi, le donne giapponesi con bambini piccoli o non lavorano affatto o trovano lavori con meno ore da dedicare al bambino. Riassumendo, possiamo dire che in Giappone i bambini ricevono un'abbondanza di calore, amore e cura dei genitori, che influisce sul loro futuro senso di sé. Inoltre, a causa delle caratteristiche culturali, non esprimono violentemente le proprie emozioni, ma cercano di comportarsi con calma e tranquillità, e quindi piangono molto meno.

Fonte: bg.checkonline4you.com

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.