La balbuzie nei bambini: cause e soluzioni

bambino, balbetta

La balbuzie è comune tra i 2 e i 3 anni. Le cause della balbuzie (o balbuzie) non sono completamente comprese, ma sappiamo alcune cose a riguardo. È spesso ereditato ed è più comune nei ragazzi. Ciò significa che alcuni individui sono predisposti.

A volte si verifica quando una persona mancina impara a scrivere e lavorare con la mano destra. Questa parte del cervello che controlla la parola è strettamente correlata alla parte che controlla la mano guida, questo confonde il meccanismo neurale della parola.

Sappiamo che la balbuzie è in gran parte determinata dallo stato emotivo del bambino.

Si manifesta più spesso nei bambini nervosi. Alcuni balbettano quando sono eccitati o quando parlano con una certa persona.

Ecco alcuni esempi:

Un bambino ha iniziato a balbettare quando è nata sua sorella. Esternamente non ha mostrato la sua gelosia. Non ha mai provato a colpirla o pizzicarla. È appena diventato irrequieto.

Una bambina di 2 anni ha iniziato a balbettare dopo la partenza dell'amato parente che viveva con loro da molto tempo. Dopo 2 settimane ha smesso di balbettare. Quando la famiglia si trasferì in un'altra residenza, ebbe nostalgia di casa e balbettò di nuovo, poi si fermò di nuovo. Dopo 2 mesi, il padre è stato arruolato nell'esercito, i familiari erano sconvolti e la bambina ha ricominciato a balbettare.

I bambini balbettano molto di più quando la madre è nervosa.

Mi sembra che particolarmente inclini alla balbuzie siano i bambini che trascorrono la maggior parte della giornata a farsi parlare, raccontare storie, parlare o recitare davanti agli ospiti. Il bambino può anche iniziare a balbettare se il padre decide di essere più severo in termini di disciplina.

Perché la balbuzie è così comune tra i 2 ei 3 anni?

Ci sono due possibili spiegazioni. A questa età, il bambino lavora sodo sul suo discorso. In tenera età usa frasi brevi che non devo inventare. Ma dopo 2 anni si sforza di formare frasi più lunghe per esprimere nuovi pensieri. Inizia la frase 3-4 volte e si ferma nel mezzo perché non riesce a trovare la parola giusta. La madre, esausta da
le sue continue chiacchiere, senza prestargli molta attenzione. Dice distrattamente "ah" e continua a farsi gli affari suoi. Il bambino si infastidisce ancora di più perché non gli prestano attenzione.

È possibile che la testardaggine che appare in questa fase dello sviluppo influisca anche sul suo discorso.

Cosa fare quando il bambino balbetta?

Potresti essere molto preoccupato se tu (o qualcuno vicino a te) hai lottato per superare la balbuzie. Ma non preoccuparti. In nove bambini su dieci che iniziano a balbettare tra i 2 ei 3 anni, la balbuzie scompare entro pochi mesi se vengono aiutati. Solo in casi eccezionali la balbuzie diventa cronica. Non correggere il bambino e non preoccuparti del suo discorso. Meglio guardarsi intorno e scoprire cosa lo rende nervoso. Se è diventato ansioso dopo essere stato lontano da te per alcuni giorni, non separarti da lui per 2 mesi. Se ritieni di parlargli molto e di costringerlo a parlare, cerca di svezzarti. Quando lo intrattieni, gioca con i giocattoli invece di parlarne.

Il tuo bambino ha abbastanza opportunità di giocare con altri bambini con cui va d'accordo facilmente? Ci sono abbastanza giocattoli in casa e fuori da poter inventare giochi senza supervisione? Non dovresti ignorarlo o isolarlo, ma quando sei con lui dovresti essere calmo e lasciare che prenda l'iniziativa. Prestagli attenzione quando ti parla in modo che non si arrabbi. Se è preoccupato per la gelosia, vedi se puoi fare qualcosa per prevenirla.

Nella maggior parte dei casi, la balbuzie dura diversi mesi ed è irregolare. Non aspettarti che si fermi all'improvviso. Accontentati del miglioramento incrementale. Se non riesci a trovare una ragione per la balbuzie, parla con uno psichiatra infantile. Il difetto del linguaggio non ha nulla a che fare con la balbuzie.

Alcune scuole e ospedali organizzano classi o cliniche speciali in cui i bambini più grandi ricevono una formazione linguistica speciale. Questo spesso aiuta, ma non sempre. Per un bambino marcatamente nervoso, è meglio consultare prima uno psicologo infantile per trovare ed eliminare la causa del nervosismo.

Estratto dal libro "Prendersi cura del bambino e del bambino",
Il dottor Benjamin Spock, il dottor Robert Needleman

Guarda di più:

6 vantaggi dei giochi all'aperto per i bambini e la loro salute

Congiuntivite: sintomi e trattamento

Temperare il bambino - passo dopo passo

Quattro alimenti che migliorano le capacità mentali dei bambini

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.