Se il bambino non sta ingrassando

peso del bambino

L'aumento di peso è uno dei criteri principali per lo sviluppo del bambino nei primi mesi. Ecco perché monitoriamo molto rigorosamente quanto ha guadagnato il bambino nell'ultimo mese e traiamo conclusioni sul fatto che stia mangiando bene, se è sano, se si sta sviluppando secondo le aspettative per la sua età. È molto importante notare che ogni bambino si sviluppa individualmente e se un bambino non sta ingrassando secondo le prescrizioni dei libri, questo non significa necessariamente che non stia mangiando abbastanza o che ci sia qualche problema, ma in ogni caso, un aumento di peso insufficiente è un motivo per consultare uno specialista per verificare se tutto va bene. Durante i primi 6-8 mesi di aumento di peso insufficiente, è importante consultare in primo luogo un consulente per l'allattamento e in secondo luogo il pediatra del bambino se viene stabilito che non ci sono problemi con l'allattamento al seno. Dopo gli 8 mesi di età, se il bambino non aumenta di peso e soprattutto se perde peso, consultare un pediatra per valutare se il bambino è sano.

In questo articolo, esamineremo le ragioni più comuni per un aumento di peso insufficiente nei primi mesi di vita di un bambino e cosa possiamo fare in queste situazioni.

Il motivo più comune per la mancanza di peso di un neonato sono i problemi con l'allattamento al seno. O il latte non arriva ancora e il bambino non sta allattando a sufficienza, oppure la madre ha abbastanza latte, ma il bambino non sta allattando in modo efficace e non sta assumendo abbastanza latte. Certo, ci possono essere altri motivi, ma prima di tutto, se non c'è aumento di peso nelle prime settimane, se non ci sono segni visibili di malattia nel bambino, il problema è molto spesso correlato all'alimentazione.

Ragioni per un aumento di peso insufficiente:

Non abbastanza latte

Se non hai ancora abbastanza latte materno e solo poche gocce di colostro vengono rilasciate dal tuo seno, non affrettarti a nutrire il bambino con un biberon. La cosa migliore a questo punto è l'allattamento al seno frequente. Metti il ​​bambino al seno ogni ora e, dopo aver succhiato il latte da un seno, offri l'altro, in modo che entrambi siano stimolati e il bambino succhi più latte possibile. Il modo più efficace per stimolare l'allattamento è l'allattamento al seno frequente. Se lo pratichi per alcuni giorni, la quantità di latte aumenterà abbastanza per soddisfare i bisogni del bambino. È estremamente importante assicurarsi che il bambino morda bene e succhi correttamente prima di iniziare ad avvicinare spesso il bambino al seno. Se il seno non è posizionato correttamente, il bambino non stimolerà abbastanza il seno e non produrrà abbastanza latte. È anche molto probabile che un posizionamento errato del seno, soprattutto in combinazione con un allattamento frequente, porti a dolori ai capezzoli, che sono dolorosi e spiacevoli.

Posizionamento improprio del seno

Per nutrirsi a sufficienza e stimolare l'allattamento, è necessario che il bambino prenda bene il seno. Ciò significa mordere non solo il capezzolo, ma con la bocca spalancata e le labbra arricciate verso l'esterno per prendere in aggiunta il capezzolo e l'areola (il cerchio scuro attorno al capezzolo). Solo così, con le gengive e la lingua, il bambino stimolerà la produzione e il flusso di latte e mangerà pienamente senza causare dolore e disagio con l'allattamento. Se hai i capezzoli doloranti, questo è spesso un segno di posizionamento improprio del bambino sul seno. Cerca un consulente per l'allattamento o un'infermiera esperta che ti mostri come mettere correttamente il tuo bambino al seno. Ci sono anche molti video e foto su Internet per il corretto posizionamento, che possono fungere da guida.

Bambino assonnato

Spesso la mamma ha abbastanza latte e il bambino prende bene il seno, ma il neonato ha sonno e non ha la forza di succhiare a lungo, si stanca velocemente e non mangia abbastanza. Per stimolare il riflesso del vomito del tuo bambino:

  • Spoglialo e fate raffreddare leggermente. Massaggia i piedi e i palmi delle mani, per stimolare il riflesso di presa, in quanto potenzia anche il riflesso di torsione.
  • Ricrea la situazione del "Primo contatto".: Sdraiati sulla schiena leggermente rialzata e posiziona il bambino sulla pancia, preferibilmente nudo - pelle a pelle. Questo stimola l'istinto innato del bambino di arrampicarsi sul seno della madre e allattare. Il bambino comincerà gradualmente ad aprire la bocca ea girare la testa nel tentativo di trovare il seno e comincerà a spingersi via con le gambe nel tentativo di strisciare verso il seno. Guidalo gentilmente e gentilmente aiutalo nella sua ricerca, ma lascia che sia lui a fare la maggior parte del lavoro. Affinché questo riflesso funzioni, non è necessario che noi mettiamo il seno nella bocca del bambino, ma che lo raggiunga con un piccolo aiuto da parte nostra.
  • Un bambino visibilmente rilassato può essere stimolato da sua madre che lo tiene per entrambe le guance e lo aiuta a fare "bocche imbronciate" durante l'aspirazione. Massaggia entrambe le guance, perché se ne tocchi solo una, il bambino si girerà in quella direzione e farà cadere il seno.
  • Premere leggermente il seno con le mani su entrambi i lati e esprimere qualche goccia di latte materno. L'odore del latte fungerà da incentivo per il bambino ad aprire la bocca e mordere il seno, e se il seno è già nella sua bocca quando si applica questa tecnica, alcune gocce di latte entreranno nella bocca del bambino e fungeranno da un incentivo a succhiare.
  • Se il bambino è rilassato e assonnato, non aspettare che inizi la poppata. Mettilo spesso al seno, anche se non ci sono segni di fame, e se dorme a lungo, accarezzalo delicatamente e incoraggialo ad allattare ogni 2 ore per il primo mese. Spesso, a causa di ittero, travaglio prolungato o parto prematuro, il bambino è letargico e assonnato, non ha abbastanza forza per segnalare la sua fame, per ruttare e per succhiare, e per questo è tutta nostra responsabilità offrirgli cibo frequente, stimolarlo e sostenerlo nell'alimentazione.

Pasti meno di un'ora

Durante le prime settimane di vita, il bambino ha uno stomaco estremamente piccolo e non può assumere grandi quantità di latte materno. Di conseguenza, il bambino ha bisogno di essere nutrito spesso, ogni volta che apre la bocca e cerca cibo, grugnisce o piange. Allattare per meno di un'ora, con pause di tre ore tra le poppate e una lunga pausa notturna, porta a una stimolazione insufficiente del seno ea un latte materno insufficiente per il bambino. Il modo migliore per nutrire un bambino piccolo è nutrirlo a richiesta. Di solito nelle prime settimane, un bambino che viene nutrito a richiesta allatta per circa 2 ore durante il giorno e fa una pausa più lunga la notte, che dura in media circa 5 ore. Ridurre artificialmente i pasti e sostituire l'alimentazione notturna con l'acqua può portare alla malnutrizione del bambino.

Prendere liquidi da una bottiglia

Come accennato in precedenza, il bambino piccolo ha uno stomaco estremamente piccolo. A 1 settimana, lo stomaco del bambino ha le dimensioni di una ciliegia e a 4 settimane è grande come una noce. Se il bambino beve acqua o tè tra i pasti, con pochi sorsi si riempie lo stomaco e poi non succhia abbastanza latte, perché semplicemente non c'è un posto dove conservarlo. Questo è uno dei motivi per cui l'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l'allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi di vita del bambino, il che significa che il bambino dovrebbe essere nutrito solo con latte materno senza altri liquidi.

Tassi medi di aumento di peso nei primi mesi

Ogni bambino aumenta di peso in modo diverso e se il bambino è sano, attivo e calmo, mangia bene e non è né nervoso né letargico e assonnato, è la condizione del bambino che è il fattore principale, non le letture sulla bilancia. In un dato mese, il bambino potrebbe aumentare di peso e nel mese successivo potrebbe recuperare. Inoltre, se decidiamo di misurare il peso del bambino troppo spesso (ogni giorno o ogni settimana), non c'è da stupirsi che ci preoccupiamo che non stia ingrassando bene. Questo perché il bambino non aumenta di peso in modo uniforme: ci sono periodi in cui guadagna di più e periodi in cui non aumenta affatto di peso e se, misurando il bambino, troviamo un periodo in cui non aumenta di peso o guadagna un po', ci preoccuperemo inutilmente, senza esercitarci ad avere alcun problema. Pertanto, è bene misurare il peso una volta al mese, e solo in caso di problemi di alimentazione o problemi di salute del bambino è giustificato un monitoraggio più frequente del suo peso.

Le norme di peso medio nei primi mesi sono:

Per ragazze

Età minimo Максимум Media
Alla nascita 2,507 4,067 3,287
Fine 1 mese 2,890 5,030 3,960
2 anni 3,552 6,398 4,960
3 anni 4,111 7,209 5,675
4 anni 4,699 7,955 6,827
5 anni 5,197 8,633 6,915
6 anni 5,636 9,244 7,440

Per ragazzi:

Età minimo Максимум Media
Alla nascita 2,500 4,380 3,400
Fine 1 mese 2,960 5,330 4,100
2 anni 3,880 6,800 5,300
3 anni 4,560 7,800 6,100
4 anni 5,460 8,500 6,800
5 anni 5,700 9,240 7,500
6 anni 6,150 9,960 8,000

Non dobbiamo pensare che ci sia un problema solo perché, secondo la bilancia, il bambino ha guadagnato un po' di peso. Quello che bisogna fare, se in un mese il bambino ha guadagnato pochissimo, non ha guadagnato affatto o ha perso peso, è consultare un consulente per l'allattamento e il pediatra del bambino per valutare se il bambino sta mangiando bene e se sta è fisicamente sano.

Autore: Neli Vasileva-Stefanova,
psicologo infantile e specialista dello sviluppo della prima infanzia.  info@babysling-bg.com

L'articolo utilizza materiale tratto da "Alphabet of Breastfeeding" di Gru Newlander.

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.