I deputati insistono affinché il contenuto di zucchero negli alimenti per bambini sia ridotto

nutrire il bambino con cibi solidi

I deputati insistono sulla riduzione del contenuto di zucchero negli alimenti per neonati e bambini. Il motivo è che protegge neonati e bambini piccoli dall'obesità. Pertanto, hanno bloccato una proposta di regole dell'UE che consentirebbero agli alimenti per bambini di continuare a contenere fino a tre volte più zucchero di quanto raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità, ha riferito BNT.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda che il consumo di zucchero sia inferiore al 10% del valore energetico totale. Gli specialisti sono categorici che il contenuto di zucchero negli alimenti per neonati e bambini in Bulgaria soddisfi i requisiti.

"Nelle puree vegetali, la quantità minima di zuccheri può essere praticamente ignorata, e nei porridge e in altre puree arriva fino a 5 grammi per 100 grammi, il che, secondo me, è ottimale", afferma la professoressa associata Mariyana Marinova.

Secondo la dott.ssa Ekaterina Chakalska - pediatra, quando lo zucchero è in quantità necessarie per l'alimentazione razionale della persona e del bambino, non sono dannose. Come una raccomandazione, darei: evitare lo zucchero raffinato, enfatizzare i polisaccaridi

I deputati sono del parere che la percentuale di zucchero negli alimenti trasformati a base di cereali e negli alimenti per l'infanzia per lattanti e bambini dovrebbe essere ridotta di 3 volte. Il ragionamento è che alti livelli di zucchero negli alimenti, soprattutto in così giovane età, aumenteranno il rischio di obesità dei bambini e influenzeranno le loro preferenze di gusto.

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.