Mastite - sintomi e cause dell'insorgenza

mastite

Stai allattando al seno da molto tempo quando noti che uno dei tuoi seni è rosso, gonfio e dolorante. È caldo al tatto. Provi anche un affaticamento estremo, ma lo attribuisci alle poppate di mezzanotte. Ma ora ti stai chiedendo se è solo un malessere temporaneo o qualcosa di più grave.

Questa è mastite?

Potresti avere la mastite, che letteralmente significa "infiammazione del seno". La mastite si verifica più spesso nei primi mesi dopo la nascita. Il seno è solitamente rosso, gonfio, doloroso e caldo. Nella maggior parte dei casi, la mastite colpisce solo un seno, raramente entrambi.

Quali sono le cause della mastite?

La mastite si verifica a causa della comparsa di batteri nel seno (soprattutto attraverso i dotti lattiferi o una lesione alla pelle del capezzolo). Ricorda che ci sono dei batteri nella bocca del tuo bambino, quindi se i tuoi capezzoli sono screpolati o doloranti, il rischio di infezione aumenta. La probabilità di mastite aumenta anche se in precedenza hai avuto un problema simile, un'ostruzione del dotto o se usi solo una posizione fissa per allattare il tuo bambino.

Quali sono i segni più comuni di mastite?

Oltre a arrossamento, gonfiore e dolore, alcune donne manifestano sintomi simil-influenzali, sensazione di stanchezza, febbre (oltre 38 gradi), dolore e bruciore durante l'allattamento.

Se ti senti stanco e hai dolore, se hai la febbre e tremi, è molto probabile che uno dei tuoi seni sia infiammato. A volte questi segni compaiono anche prima che l'area diventi gonfia e rossa. È importante consultare un medico per confermare o rifiutare la diagnosi e prescrivere un trattamento (gli antibiotici sono prescritti per combattere l'infezione).

Devo prendere un antibiotico per la mastite?

Dipende dal caso. È possibile avere seni doloranti e gonfi senza un'infezione (soprattutto se non hai la febbre). Ma comunque, dovresti consultare un medico.

Se non curo la mastite, andrà via da sola?

No! Ignorare i sintomi non li farà scomparire da soli. Ciò ti metterebbe solo a rischio di qualcosa di più pericoloso chiamato ascesso. Un ascesso è una raccolta di pus e si verifica quando un'infezione non viene trattata correttamente. Quindi sono solitamente necessari un intervento chirurgico e un drenaggio (cosa che sicuramente non vorresti). Quindi, anche al minimo sospetto di infezione, assicurati di cercare aiuto medico.

Dalla guida alla sopravvivenza della nuova mamma della dottoressa Jennifer Wider,
per gentile concessione di KIBEA Publishing

TROVACI SU FACEBOOK:

I commenti sono disattivati.